Home » Giornale

Giornale

GIORNALE

GIORNALE - Priorato Di Sion

"Commemorazione del centesimo anniversario del decesso di Bérenger Saunière"

"Commemorazione del centesimo anniversario del decesso di Bérenger Saunière" - Priorato Di Sion

Sabato 21 e Domenica 22 Gennaio 2017 avrà luogo l'evento artistico e culturale

 

"Commemorazione del centesimo anniversario del decesso dell'Abate Bérenger Saunière"

 

A patrocinare l'evento saranno

 

- Association Terre de Rhedae

- La Gazette de Rennes le Château (Sito Web http://www.portail-rennes-le-chateau.com – Pagina Facebook https://www.facebook.com/GazetteDeRennesLeChateau/?pnref=lhc )

- Légendes d'Oc

- Le Jardin de Marie

- Le Musée domaine de l'Abbée Saunière

Interverranno

Germain Blanc-Delmas

Jean Brunelin

Christian Doumergue

Jean-Michel Pous

Michel Vallet (alias Pierre Jarnac)

 

Desideriamo sottolineare il pregio e l'assoluta irripetibilità di questo evento, organizzato e messo in opera da alcune delle associazioni culturali, scrittori, artisti e storici più preparati e referenziati in tema di Rennes le Château.

 

Questo Team assolutamente eccezionale, metterà a vostra disposizione tutta la loro conoscenza su Rennes le  Château e Bérenger Saunière, utilizzando il loro talento, la loro arte e la loro conoscenza, in un evento culturale storico per il suo spessore, diviso in ben due giornate.

 

Avrà luogo oltretutto una cena a Villa Bethania ed una visita guidata teatralizzata di alto livello artistico e culturale.

 

Il Programma sarà così articolato

 

Sabato 21 Gennaio ore 14.30 – Conferenza sull'Abate Saunière – la sua vita e la sua eredità (entrata gratuita)

Sabato 21 Gennaio ore 19.30 – Cena – "a la table de l'Abbé" (costo di 25 Euro – tutto compreso)

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA ENTRO IL 12 GENNAIO, TELEFONANDO A 04.68.20.99.71 O 06.13.68.44.12 o per e-mail a tourisme@legendes-doc.com

Domenica 22 Gennaio – ore 14.00 Visita guidata teatralizzata – (costo 10 Euro) – Prenotazione obbligatoria allo 06.13.68.44.12 o per e-mail a tourisme@legendes-doc.com

Domenica 22 Gennaio – ore 14.00 – Omaggio amichevole

 

QUESTE ASSOCIAZIONI CULTURALI E QUESTI ARTISTI DI ALTISSIMO SPESSORE, HANNO ORGANIZZATO QUESTO EVENTO CHE RESTERÁ FORSE UNICO NELLA STORIA, AL SOLO SCOPO DI DIFFONDERE UNA CONOSCENZA CHE NON PUO' ESSERE PERDUTA, IN MERITO AD UNO DEI SEGRETI STORICI PIU' CRUCIALI E CONTROVERSI DELLA STORIA.

 

Il Link diretto alla Pagina di "La Gazette de Rennes-le-Château", che descrive l'evento

 

http://www.portail-rennes-le-chateau.com/sauniere-deces.html

"Darcus, il Monaco Guerriero" - Il Fumetto

"Darcus, il Monaco Guerriero" - Il Fumetto - Priorato Di Sion

Per gentile e generosa concessione del Conte e Barone Costantino Mazzanobile D'Aragona, abbiamo il privilegio di poter distribuire gratuitamente il fumetto "Darcus – Il Monaco Guerriero".

È in corso una trattativa per potere realizzare un Film ed un Videogioco su Darcus, della quale terremo aggiornato il pubblico attraverso questo canale.

Il Fumetto è scaricabile attraverso questo PDF.

LA VERA STORIA DELLA BANDIERA DI SARDEGNA

LA VERA STORIA DELLA BANDIERA DI SARDEGNA - Priorato Di Sion

Alla luce della ricerca storica ed araldica, facente riferimento da fonti bibliografiche ufficiali ed accreditate da autorevoli istituti araldici, affermano che, la famiglia Mazzanobile, risulta essere stata una delle più antiche e nobili famiglie del Regno d’Aragona.

 

Jerònimo Zurita Y Castro, racconta – che nell’anno 1096, durante il Regno di Re Don Pietro I,

ebbe luogo una grande battaglia contro i Mori detta d’Alcoraz, a cui parteciparono numerosissimi cavalieri, tra i tanti, un valorosissimo cavaliere, di nome Darcus Mazzanobile di Spagna.

 

La sanguinosa battaglia d’Alcoraz, vede contrapposti la Corona d’Aragona, impegnata per la Reconquista Spagnola contro i Mori, che occupavano buona parte della penisola Iberica. Dopo alterne e incerte vicende belliche sanguinose, con la quasi sconfitta degli Aragonesi, quando improvvisamente intervenne il nobile Darcus Mazzanobile, vestito di bianco e con una grande croce rossa, fiammeggiante in mezzo al petto, seguito da ottocento valorosissimi fanti di Guascogna, armati sino ai denti di spade e mazza ferrate, ribaltarono le sorti della guerra, riuscendo a conquistare la città di Huesca, a pochi chilometri di Barcellona.

 

Si lega tra storia e leggenda, l’origine della bandiera sarda dei quattro mori, alcuni studiosi ipotizzano che, lo stemma della Sardegna, derivi dalla battaglia d’Alcoraz, in quanto furono mozzate quattro teste di quattro sovrani mussulmani con il turbante sul capo. La storia, racconta che Darcus, portò al re aragonese le teste dei mussulmani, divenendo parte dello stemma d’Aragona.

 

Questo simbolo è arrivato fino ai giorni nostri, come attuale bandiera e simbolo della Sardegna e vessillo dei quattro Mori.

 

 

Il Conte Barone Costantino Mazzanobile D’Aragona, intervistato in merito alla storia del suo avo,  dichiara :

 

"Sono soddisfatto delle nobili gesta del mio avo Darcus Mazzanobile il monaco guerriero Servo di Dio, Discepolo di Cristo che ha contribuito nel dare la bandiera dei Quattro Mori il simbolo della Sardegna, il Vessillo sardo"

"Qui suis-je" la biografia di Pierre Plantard

"Qui suis-je" la biografia di Pierre Plantard - Priorato Di Sion

                                                         Biografia di Arnaud de l'Estoile

 

Arnaud de l'Estoile è uno storico ed uno scrittore, socio della Société des Gens de Lettres (SGDL), nato nel 1966, laureato alla Sorbona e diplomato al Conservatorio nazionale delle Arti e dei Mestieri, egli è considerato un'autorità indiscussa nel campo della storia contemporanea, dell'esoterismo e della conoscenza delle scienze occulte e delle società segrete, quanto della loro storia.

 

Nato in Francia il 13 agosto 1966 a Vernon, ha studiato al Liceo Saint-Adjutor, per proseguire con un percorso universitario a Parigi.

 

Successivamente, si laurererà alla Sorbona nel 1989 in Storia Moderna e Contemporanea, per diplomarsi al Conservatorio Nazionale di Arti e Mestieri di Parigi, l'anno successivo.

 

Nel dicembre 1993 inizierà a lavorare al Comune di Parigi, come storico, per la cura e la gestione del ripristino delle placche commemorative, patrimonio della Seconda Guerra Mondiale, per il cinquantesimo anniversario della Liberazione di Parigi, nel mese di agosto 1994.

 

Continuerà a lavorare come Dirigente Reponsabile per il dipartimento degli Affari Culturali e come Segretario del Comitato permanente delle statue.

 

Illustre il contributo letterario, nell'ambito della storia e dei personaggi protagonisti dell'occulto, un autentico ricercatore che ha dato vita a numerose pubblicazioni tra cui biografie di occultisti fondamentali della fine del XIX secolo, come Eliphas Levi ,Stanislas de Guaita, Péladan e Papus.

 

La sua recente ricerca sulla Tradizione Ermetica coinvolge sia gli aspetti storici che operativi dell'occultismo, trattando la magica pratica , la Kabbalah e l'Alchimia.

 

Arnaud de l'Estoile è il primo biografo di Pierre Plantard de Saint-Clair, oltre ad essere attualmente una delle massime autorità letterarie per quello che riguarda le opere scritte ad oggi sul Priorato di Sion.



find us on facebook